Il mio viaggio in Malesia con nuovi compagni di viaggio

Continua questo bellissimo viaggio tra le esperienze di tutti coloro che hanno cercato un compagno di viaggio nel gruppo 1000Roads. Questa volta ho conosciuto Sergio, 36 anni di professione nomade digitale.

Lavora come copywriter e traduttore free lance, ma soprattutto è un musicista e ci annuncia soddisfatto l’uscita imminente del secondo disco della sua band.

 

Sergio, raccontaci del tuo viaggio con perfetti sconosciuti.

 

Lo scorso maggio sono andato in Malesia. I miei compagni di viaggio sono stati Simone, Luca e Martina, li ho conosciuti qui.

Sono una persona autonoma, ma in questo caso ho deciso di cercare compagnia perché, per citare un bel libro, “la felicità è reale solo quando condivisa”. Non è la prima volta che viaggio con degli sconosciuti, mi era già successo anni fa viaggiando on the road negli Stati Uniti. Solo che all’epoca non esistevano i social, ho usato i classici forum di una volta.

 

Chi ha scelto l’itinerario?

 

L’itinerario è stato deciso insieme, anche se ad occuparsene nei dettagli è stato Luca. Siamo partiti da Kuala Lumpur, la capitale, da lì ci siamo spostati al parco di Bako, nella meravigliosa isola del Borneo. Dopo due giorni immersi nella giungla, senza telefoni e comodità di nessun tipo, a parte un letto molto spartano e un bagno altrettanto scarno, siamo andati a goderci un po’ di mare alle isole Perhentian. Il giro lo abbiamo completato tornando a Kuala Lumpur, dove abbiamo visitato il meraviglioso giardino botanico in pieno centro.

 

 

Il ricordo più bello?

 

L’esperienza che porto nel cuore è quella nel Borneo.

È stata incredibile: partendo a maggio, in bassa stagione, la presenza di turismo di massa era minima. Ci siamo ritrovati quindi immersi nella natura incontaminata, lontani dal mondo civilizzato, senza praticamente alcun tipo di assistenza – a differenza dei parchi americani o europei. Potrebbe sembrare un problema, per me è stato fantastico. Nella giungla tu sei un ospite e devi comportarti secondo le regole e il respiro di animali e piante. Inoltre, alla fine dei vari percorsi di trekking all’interno del parco, ci trovavamo in spiagge idilliache, completamente liberi e soli… a parte un coccodrillo!  

Insomma una fatica pienamente ricompensata!

 

Bilancio finale di questa ricerca di compagni di viaggio on line?

 

Per me è stato facile trovare compagni di viaggio affini alle mie aspettative, forse grazie anche alla meta scelta. Chi vuole andare in Malesia o in posti simili, dubito abbia come priorità la vita notturna e le discoteche. Non amo viaggiare per stare comodo o per scoprire la movida, ho bisogno di natura e culture differenti. Con Luca, Simone e Martina è stato tutto molto chiaro e semplice sin dall’inizio.

Per la mia esperienza, mi sento di consigliare a tutti la ricerca di compagnia per viaggiare, basta metterci la testa e avere un po’ di tempo per chiacchierare e conoscersi meglio.

 

Sicuramente partiremo ancora insieme, siamo tuttora in contatto e le nostre strade torneranno ad incrociarsi.

Pessoa diceva: non esistono i viaggi, esistono i viaggiatori. Ed è proprio vero.

 

Grazie Sergio! Ci lasci una delle tue canzoni per la nostra playlist da viaggio?

Certo, sentite qui

 

Buon ascolto e buon viaggio!

 

Vuoi vivere un'esperienza come quella di Sergio?

Cerca qui i tuoi compagni di viaggio

 

 

 

 

 

 

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading


chiudi
Seguici anche su Facebook, metti Like sulla pagina
chiudi

Ciao, ti va di dirci qualcosa in più di te?

Nome

Cognome

Email  (obbligatoria)

Quale è il paese che hai visitato che conosci meglio o ti è piaciuto di più?

Quale è il prossimo paese che ti piacerebbe visitare?

Oppure se vuoi scrivere sul blog registrati qui

chiudi

Ops, stiamo riconfigurando il database dei viaggi! Non disperare saranno disponibili il prima possibile.