Diritti del passeggero

Nella vita gli imprevisti sono dietro l’angolo, viaggiando ancora di più.

Ci sono però delle procedure e dei diritti da conoscere nel caso in cui, l’errore o l’imprevisto non dipendesse da noi.

I disagi più comuni e spesso più onerosi sono quelli che riguardano i voli.

Ritardi, cancellazioni e smarrimento bagagli possono diventare dei disastri se non sappiamo bene cosa possiamo fare per limitare i danni.

LA CARTA DEI DIRITTI DEI PASSEGGERI ENAC

Non dovete necessariamente conoscerla a memoria, ma sapere che esiste e che in caso di necessità, consultarla.

In conformità con le direttive europee l'Enac ha redatto la Carta dei diritti dei passeggeri di cui è bene sapere l'esistenza in modo da farli valere nella malaugurata ipotesi che accada qualcosa.

Potete trovarla in diversi luoghi all'interno degli aeroporti o molto più semplicemente online.

Uno studio del sito Flightright spiega che le compensazioni aeree valgono un tesoro non reclamato di 380 milioni di euro l'anno, e questo solo in Italia, quindi con un pò di consapevolezza in più i vostri soldi potrebbero non essere in questo gigantesco malloppo!

Tenete presente che questi diritti valgono per qualsiasi volo: iperscontato, tratte lunghi o brevi, acquistato online o in agenzia quindi, nessun cavillo del genere può esservi d’intralcio.

Prendiamo in esame i casi più comuni e parliamone un pò.

Cancellazione del volo: Si parla di cancellazione quando l'aereo non decolla e non siete stati avvisati almeno due settimane prima, senza che vi sia stata offerta un'alternativa.

Ritardo prolungato: se la partenza supera due ore di ritardo dall’ora prestabilita.

Overbooking: quando non si viene imbarcati a causa dell'eccessivo numero di prenotazioni.

Cancellazione/Ritardo del volo

In caso di cancellazione si ha diritto al rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non effettuata, o la riprotezione sul primo volo utile.

Si può aver diritto anche ad un rimborso, a seconda della tratta e di altri fattori specificati sulla carta dei diritti Enac, fino a 600 euro, ad eccezione di cancellazioni per per scioperi, allarmi per la sicurezza o avverse condizioni meteo.

In caso di ritardo prolungato invece si ha diritto all'assistenza dopo due ore, se il volo è inferiore a 1500 chilometri, e almeno tre ore per altri voli di distanza superiore.

Superate le tre ore di ritardo anche in questo caso, avete diritto a un indennizzo che può arrivare fino a 600 euro.

Se, sempre a causa del ritardo, subite dei danni verificabili e quantificabili (perdete coincidenze, stanze pagate che non vi rimborsano) la cifra rimborsabile aumenta e può arrivare anche a circa 4000 euro.

Essendo queste delle normative Europee, valgono per tutti i voli in partenza esclusivamente da un aeroporto dell'Unione Europea, oppure anche da aeroporti di Paesi non comunitari purché la compagnia sia comunitaria.

Se invece non siete all'interno dell'Unione valgono le regole previste dalla compagnia o dal Paese di partenza, o in alcuni casi dalla Convenzione di Varsavia.

Il caso più comune rimane quello dello smarrimento dei bagagli.

Sappiamo più o meno tutti che la compagnia aerea ha il dovere di spedirvi il bagaglio appena possibile, all’indirizzo da voi specificato e a sue spese.

Se il bagaglio o il suo interno risulta danneggiato si ha diritto ad un rimborso, stessa cosa vale per lo smarrimento.

Si considera smarrito un bagaglio trascorsi 21 giorni dalla denuncia in aereoporto.