Viaggiare fai da te: il viaggio che ti arricchisce

L’organizzazione di un viaggio richiede spesso molta fatica. E’ difficile trovare le informazioni giuste, i siti da consultare, gli spostamenti, gli alberghi giusti. A volte i siti sono solo nella lingua locale, oppure non c’è modo di trovare recensioni su un posto dove dormire e si ha paura di trovare un parcheggio al posto del bellissimo hotel visto in foto. E così succede che alla fine spesso, per trovare la compagnia, l’organizzazione o i contatti si finisce per partire con un pacchetto organizzato. Che sia un pacchetto viaggio avventuroso o di relax, modaiolo o di sport,  siamo sicuri che è proprio quello che volevamo? 

Qualunque sia la nostra idea di viaggio, ecco una lista dei motivi per cui il viaggio fai da te è sempre la scelta migliore!

 

Fai da te o Agenzia?

Organizzare è già partire con la fantasia: scegliere la meta, sfogliare la guida, iniziare a pianificare un itinerario ci consente di staccare dalla routine quotidiana. Su via, non avete ottant’anni: affidarsi a un tour organizzato (o quasi) ci toglie questa parte del divertimento.

Fai da te è economico: spesso abbiamo l’illusione di risparmiare per il solo fatto che l’agenzia tiene i prezzi dei voli bloccati. Ma siete sicuri? Provate voi stessi: per iniziare prendete un tour semplice proposto da un agenzia e riorganizzate, in fai da te, esattamente lo stesso viaggio. Rimarrete stupiti su quanto si risparmia senza sforzi. E ricordate che l’agenzia punta al risparmio…il suo!: con il risultato di dover pagare pochi euro in meno rispetto ad un volo diretto, per scali improbabili e piani voli da harakiri.

Viaggiare è fare esperienza: se non volete pensare, allora seguite la vostra guida, nulla di più facile. Tornerete con delle foto cartolina e poco più. Se vi piace imparare, mettervi un minimo alla prova, sperimentate: siate voi la guida e imparerete come non avete mai fatto. Lingue, modi di fare, cultura…

Il fai da te è green: mezzi locali, bus, treni, auto condivise… non ci vuole una scienza a capire che per la salute della nostra Terra vale di più di un pulmino con autista privato. 

Flessibilità è libertà: durante il vostro viaggio potreste scoprire che una tappa sia particolarmente interessante (o semplicemente vi siete innamorati), ovvero che una città non sia ciò che vi aspettavate. Nulla di più facile, si rallenta o si velocizza un viaggio… difficile farlo con un piano prestabilito e rigido. Libertà è la parola d’ordine per il viaggio fai da te: chi l’ha detto che vanno visti tutti i siti archeologici della Nazione? O che dovete seguire il tour che fanno tutti? Perdersi, ritrovarsi e prendere il proprio tempo significa essere davvero liberi. 

I viaggiatori fai da te interagiscono facilmente con le persone del posto: in un recente viaggio in Iran, eravamo solo in due, e abbiamo ricevuto più inviti a cena che giorni liberi. Sembrerà banale, ma i piccoli gruppi fanno amicizia più facilmente: pensate di andare in un bar con il vostro gruppo di 20 turisti. Con quante persone pensate di parlare (oltre al cameriere)? Pensate invece a tre, quattro amici viaggiatori in un bar: fanno conoscenza, parlano con le persone. 

Il viaggio fai da te da la possibilità di conoscere meglio i propri compagni di viaggio: piccoli gruppi di viaggiatori non solo si integrano totalmente con le persone del posto, ma hanno anche l’opportunità di conoscere veri amici con cui ricordare e rivivere mille volte il viaggio una volta tornati. Nei viaggi organizzati con 10, 20 persone è difficile se non impossibile legare con tutti. 

Viaggiare fai da te è sicuro! Un minimo di informazione, piccole precauzioni e il resto verrà da sè. Un piccolo gruppo di viaggiatori fai da te da la tranquillità pari a quella dei tour organizzati. A meno che non andiate nei (fortunatamente pochi) Paesi dove serve una scorta o sconsigliati dalle Fonti ufficiali potete davvero contare semplicemente sul vostro buon senso! 

Viaggiare fai da te è semplice, anzi semplicissimo! E poi, gli imprevisti non sono altro che una parte indimenticabile del viaggio! Piccole disavventure, contrattempi sono il pepe che renderà il viaggio un’avventura piena di aneddoti da raccontare al rientro. 

 

Viaggiare fai da te: provare per credere

Avete passato le vostre ultime vacanze con un gruppo organizzato? Siete soddisfatti?

Bene, provate ora a creare un piccolo gruppo di viaggio. Coinvolgete i vostri amici, ma se non riuscite a smuoverli, potete ampliare la ricerca di compagni di viaggio con le nostre schede viaggio  o utilizzando qualsiasi altro sito o forum che propone servizi di questo tipo. 

Una volta trovato il vostro piccolo gruppo (non eccedete mi raccomando!) iniziate con la pianificazione e l’organizzazione. Ricordate che pianificare fai da te è un gioco e anche una sfida! Divertitevi a trovare le combinazioni di voli più economiche/rapide, disegnate il vostro itinerario, tenetevi i tempi necessari  anche per fare delle modifiche sul posto e ricordate che sarà bello fermarsi anche semplicemente per godere più a lungo di uno spettacolo naturalistico inaspettato.

 

 

Una volta partiti, non abbiate paura di parlare con la gente del posto: non vedono l’ora di darvi indicazioni e di raccontarvi il loro Paese. Cercate di conoscere quante più cose possibili del posto in cui siete, ma soprattutto sperimentate: cibo, abitudini, rituali, giochi. Fate quello che di solito non fate.

Ricordate che scendere in da un bus privato per fare mezz’ora di foto agli abitanti di un villaggio non vi arricchisce. 

Tenete sempre a mente che siete voi e i vostri compagni di viaggio, che ogni giorno potranno scegliere se seguire l’itinerario, se fermarsi a godersi il momento o se addirittura tornare indietro! Non c'è nulla di più bello della libertà e della flessibilità di un viaggio fai da te!

E ancora godetevi gli imprevisti! Sono il sale del viaggio e vi permettono di mettervi alla prova con soluzioni creative, alternative: usate il pensiero laterale. Saranno queste esperienze il vero bagaglio da riportare a casa.

 

E la questione costi? Non ce la siamo dimenticati! Una volta rientrati, confrontate le vostre spese con  la più economica delle proposte che avevate trovato su Internet o in agenzia. Non solo avrete speso di meno, ma sarete sicuramente più ricchi di esperienze rispetto a qualsiasi altro tour con guida in italiano (incomprensibile) e mille volte più soddisfatti della propria capacità organizzativa e di gestione degli imprevisti.

 

E allora buon viaggio...fai da te!

 

 

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading


chiudi
Seguici anche su Facebook, metti Like sulla pagina
chiudi

Ciao, ti va di dirci qualcosa in più di te?

Nome

Cognome

Email  (obbligatoria)

Quale è il paese che hai visitato che conosci meglio o ti è piaciuto di più?

Quale è il prossimo paese che ti piacerebbe visitare?

Oppure se vuoi scrivere sul blog registrati qui